17

Giu

2010

Inno di Mameli: Diventi il canto ufficiale degli italiani

Roma, 16 giu. (Adnkronos) - Promuovere l'Inno di Mameli al rango di inno nazionale. E' l'obiettivo della proposta di legge che Ignazio La Russa, nella sua veste di parlamentare del PDL, ha depositato alla Camera (insieme alle deputate del centro destra Ivana Beccalossi, Paola Frassinetti, Jole Santelli e Maria Rosaria Rossi), per dare una stabile 'collocazione' legislativa al 'Canto degli italiani' scritto da Goffredo Mameli nel 1847 e musicato da Michele Novaro. L'inno italiano accompagna per tradizione e consuetudine le cerimonie pubbliche ed eèeseguito per rendere gli onori al presidente della Repubblica e, in determinate circostanze, al presidente del Consiglio ma non è stato mai elevato al ruolo di Inno ufficiale.

In parlamento giacciono otto proposte di legge mai uscite dagli scaffali che da anni attendono l'inizio dell'iter di approvazione.
L'iniziativa di La Russa e delle deputate pidielline ha lo scopo di smuovere le acque. Tuttavia, accanto alla spinta 'patriottica, c'è una motivazione politica di cui La Russa non ha nascosto: mettere fine alle polemiche che, periodicamente, si riaffacciano nella maggioranza perchè- non è un mistero- a Bossi e alla Lega Nord piacerebbe molto di più cantare le note verdiane del "Va' pensiero" anziché ascoltare le cadenze musicali del duo Mameli-Novaro.

"Ci interessa in maniera chiara -ha spiegato il ministro della Difesa, oggi nella sue veste di deputato del PDL- eliminare i motivi di attrito, di contestazione e di dubbio. La proposta la presento come parlamentare, insieme alle mie colleghe, perchè non voglio impegnare il governo e la coalizione. Certi atteggiamenti di alcuni esponenti della maggioranza non possono essere condivisi e quindi, senza fare polemiche, abbiamo deciso muoverci. Abbiamo scelto la strada della legge ordinaria, poiché, qualora un domani si decidesse di cambiare nuovamente l'Inno, non ci sarà bisogno di correggere una legge costituzionale".